Archivio per luglio, 2008

Equilibrio…

Pubblicato: 31 luglio 2008 in poesie

Equilibrio…

Sulla corda,

che pende a destra,

e a sinistra,

senza la rete sotto,

per pescare,

anche la più piccola emozione,

le mie emozioni,

che non ci sono più,

dato che sono fuori asse,

come se tutto cambiasse,

in ogni secondo,

senza una logica,

senza equilibrio,

solamente sbilanciandosi,

in dichiarazioni folli,

sull’orlo di una vita che non ci vuole,

o che non volevamo così,

ed è per questo che siamo sempre sbilanciati…

Uscite…

Pubblicato: 30 luglio 2008 in poesie

Uscite…

Porte che si aprono e chiudono,

ma non si sa dove possano portare,

forse verso nuove vite,

nuove luci,

magari fuori da un treno,

o sotto di lui,

dipende dalle nostre scelte,

dalle porte da cui usciamo,

se sono uscite di sicurezza,

o di emergenza,

se sono chiuse a chiave,

se abbiamo le chiavi,

o fingiamo di perderle,

solamente perché non vogliamo uscire,

e perché abbiamo paura di quelle porte…

Firme…

Pubblicato: 29 luglio 2008 in poesie

Firme…

Scarabocchi fatti di fretta,

magari con rabbia,

un autografo strappato,

una firma di controllo,

un segno su un pagherò,

o una x per un analfabeta,

o la firma su un vestito,

che gli regala prestigio,

e un valore che spesso non ha,

soprattutto se la firma si imita,

e non è originale,

ma ha sicuramente meno valore,

di quella alla fine della nota,

che facevano i nostri genitori,

sul diario,

portando ricordi lontani,

i nostri,

firme importanti più di quella di picasso,

o di un grande poeta…

By Black Blaze…

Né il primo né l’ultimo…

Pubblicato: 25 luglio 2008 in poesie

Né il primo né l’ultimo…

Battiti, respiri,momenti,

che passano veloci, molto veloci,

ma che si ripresenteranno,

né il primo né l’ultimo,

che ci faranno soffrire,

o gioire,

o dimenticare,

o ricordare,

che noi possiamo essere,

desiderandolo,

sia i primi che gli ultimi…

Ti aspetto…

Pubblicato: 23 luglio 2008 in poesie

Ti aspetto…

Adesso aspetto il tempo seduto,

con i muscoli tesi , allenato,

gli faccio vedere cosa significa,

vivere in quest’epoca,

tradimenti, tecnologie, valori calpestati,

la religione che ormai è solo un rifugio,

per chi non ci credeva prima,

ma se ha un problema prega anche budda,

capendo che le lacrime sono il sangue dell’anima,

ma troppo tardi,

essere abituati alle guerre e alla droga,

è la cosa peggiore, nulla ci stupisce più,

l’unica cosa da fare è aspettare,

e vedere se l’allenamento ha dato i suoi buoni frutti,

o se perderemo miseramente,

e quest’epoca non era adatta a noi…

Memorie Fragili…

Pubblicato: 22 luglio 2008 in poesie

Memorie Fragili…

Registriamo voci e canzoni,

momenti presenti e passati,

perché le nostre memorie sono fragili,

ma a volte non basta neanche quello,

foto per ricordare, come eravamo,

per aiutare i labirinti della memoria,

magari solo per piangere ancora,

e uccidersi ancora un pò,

poi cancellare tutto,

con un solo tasto,

basta poco per perdere la memoria,

ma il tuo ricordo sarà sempre con me,

nel passato nel presente nel futuro e nel tempo,

voglio tenerti dentro,

perché solo così sento,

e vedo,

tutto il mondo,

come è veramente,

come è fatta la gente,

e non ho bisogno di registrare o fotografare,

perché la mia mente adesso, è come se fosse infinita…

Partenze…

Pubblicato: 21 luglio 2008 in poesie

Partenze…

I blocchi d partenza sono pieni,

i muscoli sono più che tesi,

la concentrazione è palpabile,

il respiro è già affannato,

poi lo sparo, lo scatto,

e contemporaneamente diecimila foto,

per fermare quel momento per sempre,

e per rendere tutto nella foto della stessa consistenza,

il fumo della pistola,

gli atleti,

i blocchi di partenza,

fatti tutti di carta e colore,

senza distinzioni,

senza lotte per la solidità,

come se la carta fosse il trait d’union con la realtà,

o per far diventare le cose tutte uguali,

per poi ripartire da capo,

con altre foto,

altri momenti,

altri fermi immagine,

altre vittorie…

La distanza tra le dita…

Pubblicato: 18 luglio 2008 in poesie

La distanza tra le dita…

Se si allontanano dal viso,

si vedono solo due dita un po’ allontanate,

ma se si guarda attraverso di esse,

si può vedere tutto il mondo,

con uno schermo fatto d’aria,

come con te se mi sei affianco vedo tutto il mondo,

se sei lontana solo dei tratti scoloriti,

e dei contorni sfocati,

e dei momenti perduti,

e di attimi che torneranno solo con te…

Lettere…

Pubblicato: 17 luglio 2008 in poesie

Lettere…

Lettere fatte da lettere,

scrivendo senza riflettere,

scolorendole con le lacrime,

ma scrivendo di sorrisi,

ripassando sulle lettere sbiadite,

che poi verranno spedite,

con una speranza segreta,

che non traspare dal testo,

ma è intrinseca,

e aspetta di essere letta per manifestarsi,

e andare a colpire,

a scavare nei ricordi,

facendo finta di ridere,

ma con la pioggia negli occhi…

Occhi…

Pubblicato: 15 luglio 2008 in poesie

Occhi…

Lo sguardo che rotola e rimbalza,

cogliendo attimi e particolari sconosciuti,

a un certo punto poi si rialza,

per vedere attimi infiniti,

occhi che girano intorno come fari,

ma non per guidare le navi,

ma il faro stesso,

come se seguisse una linea di gesso,

che si vede anche al buio fatta di fosforo,

ricordando le cadute fatte da lontano,

con delle lacrime ma non fatte per sofferenza,

ma per pulire, per avere una chiara visione,

sia delle immagini, che delle colpe passate,

che di una pulizia della coscienza,

che a volte si ottiene solo con la sofferenza….

Delusioni…

Pubblicato: 14 luglio 2008 in poesie

Delusioni…

A volte non basta,

fermarsi per un po’,

credere che quello che sia prova è amore,

ma sono altri sentimenti,

scaturiti da mille rimpianti,

capire che è proprio quando siamo più luminosi,

che siamo più fragili,

come una lampadina: basta sputargli per farla esplodere,

basta un gesto sbagliato per far finire la luce,

di un rapporto da 100 watt,

poi si è costretti a vedere al buio come i gatti,

ed mettere tutti i sensi all’erta,

perché una volta che si è rimasti scottati, delusi,

e si diventa più insensibili con la pelle più erta,

per evitare una delusione certa,

a volte non si vuole prendere la felicità,

per paura che diventerà solo sofferenza…

Sole, terra, luna…

Pubblicato: 12 luglio 2008 in poesie

Sole, terra, luna…

Si inseguono nello spazio, a una velocità assurda,

senza chiedersi mai se ne vale veramente la pena,

se è veramente importante inseguirsi in quel modo,

chiedendosi chi è il più importante dei tre,

se la luna che vive di luce riflessa, e ci equilibra,

o la terra che contiene la vita,

o il sole che la rende possibile,

perché è come con le persone,

a cose serve brillare se non c’è nessuno che coglie la nostra luce?

O a vivere ogni secondo se non ce nessuno che darci equilibrio?

A dirci che più si è grandi e più si piange?

A stabilizzare la nostra orbita?

Ad avere un satellite sempre intorno,

che ci fa vivere meglio ogni giorno…

Ascolta uomo…

Pubblicato: 11 luglio 2008 in poesie

Ascolta uomo…

Passi tutta la vita a correre,

senza più riflettere,

e magari se vedi una bella ragazza ti senti triste,

perché sai che non la potrai mai avere,

o i tuoi occhi provano stupore quando con un fiammifero,

puoi dare fuoco al mondo, finché c’è combustibile c’è fuoco ,

ascolta le parole che ti dicono “per il tuo bene” ma ti fanno male,

ascolta uomo, hai paura delle strade sconnesse, e dei momenti bui,

ma spesso, sei tu che crei le strade e il buio,

impara ad ascoltare ed ad ascoltarti,

e cerca di non dimenticarti,

che ogni parola che ascolti o che dirai,

avrà sempre un peso diverso…

Verità…

Pubblicato: 10 luglio 2008 in poesie

Verità…

Che cosa siamo o cosa diventiamo,

quando siamo dietro a uno schermo?

Diventiamo sinceri,

o immensamente bugiardi?

Cerchiamo in noi la menzogna?

O la verità assoluta?

Questo domande rimarranno tali,

perchè se saremo delfini o squali,

lo sapremo solo nel secondo esatto,

in cui le nostre dita con la tastiera entreranno in contatto…

Volere…

Pubblicato: 10 luglio 2008 in poesie

Volere…

Allungare le mani,

cercando di toccare,

anche se tutti gli sforzi sono vani,

e ci si riesce solo ad allontanare,

sperando di non soffrire,

sperando di non morire,

sapendo che quando c’è sentimento,

nessun nostro gesto è sbagliato,

ma essendo egoisti,

perché per non voler soffrire,

riempiamo altri occhi,

di lacrime e notti insonni,

e magari un tentativo di asciugare lacrime,

le fa solo aumentare,

solo perché cerchiamo di fare bel bene,

ma in realtà vogliamo il nostro…

Il valore delle parole…

Pubblicato: 8 luglio 2008 in poesie

Il valore delle parole…

Quanto pesa un “ti voglio bene”?

quanto costa dirlo o ascoltarlo?

Sulla nostra economia emotiva,

dire o ascoltare parole che costano,

cosa portano a fine giornata?

Ci sentiamo meglio o peggio se sentiamo “ti amo”?

Bisogna vedere da dove escono le parole,

se dall’interesse o dal cuore,

e se ci accorgiamo della differenza,

o se lo sappiamo ma abbiamo bisogno di illuderci,

o se abbiamo bisogno di illudere…

L’odore del caffé…

Pubblicato: 8 luglio 2008 in poesie

L’odore del caffé…

La mattina quando si comincia,

un caffé, lasciando un po’ di mancia,

o quando durante la giornata,

ci prendiamo una pausa meritata,

ma dietro a quella tazzina,

c’è molta gente in rovina,

gente che raccoglie dall’altra parte del mondo,

per poche lire, per non toccare il fondo,

e per farci assaporare un gusto più rotondo,

per aiutarci in quello che stiamo facendo,

ma se le cose fossero diverse,

e noi non vivessimo un sorso alla volta,

forse le loro vite sarebbero perse,

e la loro tavola sarebbe sempre vuota…

Il bancone della vita…

Pubblicato: 7 luglio 2008 in poesie

Il bancone della vita…

Arriva, e ordina quello che vuoi,

è un tuo diritto dato che pagherai,

probabilmente non con moneta sonante,

ma con le tue azioni belle o brutte che siano,

puoi ordinare un caffè, o una vita migliore,

puoi affittare una persona per un paio d’ore,

puoi ubriacarti con una birra sola,

o farti regalare un posto in cui la tua mente vola,

ma non dimenticare di passare alla cassa,

e di lasciare una lauta mancia,

ma non è un caso che sia cosi bassa,

e per farti piegare e fare in modo che ci passa,

qualcosa dentro di te lascia,

ma il sacrificio che farai,

sarà ben pagato quando ti rialzerai….

Stagioni…

Pubblicato: 7 luglio 2008 in poesie

Stagioni…

Capitoli che scorrono veloci,

pagine che non scriveremo mai più,

sentiamo solo l’eco di alcune voci,

e non capisci più chi sei tu,

si susseguono le stagioni,

il tempo va come una freccia,

attraversiamo le regioni,

e assistiamo all’ennesima breccia,

che è stata fatta dentro di noi,

nei nostri sentimenti,

smettere di pensare al poi,

e anche ai rimpianti,

ma vivere stagione dopo stagione,

con la consapevolezza di non essere soli,

dato che ci amano molte persone,

ed è come se fossero i nostri soli…

Daltonico…

Pubblicato: 6 luglio 2008 in poesie

Daltonico…

I colori sono strani,

non sono naturali,

vedo un cielo rosso,

e un albero azzurro,

poi mi sveglio,

ma continuo a non distinguere,

ma non distinguo le sensazioni,

mi sento come se non vedessi,

se non vedessi chiaramente,

quello che si trova nella mente,

la mia e quella degli altri,

come se fossero mille venti,

e non si possono seguire gli eventi,

ma solamente farsi trascinare dall’onda….