Archivio per aprile, 2009

Sbagli…

Pubblicato: 29 aprile 2009 in poesie

Sbagli…

Una tela strappata,

con rabbia,

una casa crollata,

fatta di sabbia,

magari senza rilasciare fattura,

uno sbaglio,

che non ha condonato la natura,

ed ora è rimasto solo un taglio,

immenso nella terra,

per qualche sbaglio è tutto raso al suolo,

sembra un teatro di guerra,

ma senza nessun ruolo,

dato che gli attori hanno sbagliato scena,

e non danno più retta al regista,

fanno il pranzo anziché la cena,

e al posto della loro casa adesso c’è una pista…

Maledetto…

Pubblicato: 28 aprile 2009 in poesie

Maledetto…

Forse devo esserlo,

come ogni poeta che si rispetti,

magari invidiato da molti,

che si soffermano alla capacità,

ma non a quello che la causa,

a vedere le cose ogni giorno diverse,

prima belle poi brutte,

vedere il bicchiere mezzo pieno,

di merda,

uno strano dualismo,

per riuscire a scrivere,

ma ne vale la pena?

Si perché non è una scelta,

ma una necessità,

come respirare o mangiare,

ma ha bisogno di essere alimentata,

e molto spesso il combustibile,

è la maledizione…

Incubi…

Pubblicato: 27 aprile 2009 in poesie

Incubi…

Quali sono i veri incubi?

Quelli fatti notti che al risveglio svaniscono?

Forse no,

semplicemente,

conferme,

di un brutto presentimento,

forse a volte il sesto senso,

è meglio lasciarlo dormire,

o comunque non approfondire,

e invece,

si va sempre lì ,

in cerca di conferme,

a vedere i propri incubi prendere vita,

ma non ci si può svegliare,

dato che i nostri occhi sono già aperti,

e le conferme sono realtà,

amara magari,

ma realtà,

e tutte quelle conferme che abbiamo avuto,

hanno avuto un solo fine,

quello di guardare la fine…

Segni di guerra…

Pubblicato: 27 aprile 2009 in poesie

Segni di guerra…

Ogni giorno,

ogni nuovo giorno,

facciamo dei segni si guerra,

sul nostro volto,

magari un trucco,

o la barba fatta,

o magari la striscia che lascia il deodorante,

per affrontare la nuova giornata,

per superare la nuova sfida,

per dimostrare di essere il migliore,

magari non riuscendoci,

ma almeno provandoci,

come una tribù,

con gli stessi rituali,

che si ripetono ogni giorno,

prima di affrontare la nostra guerra personale…

Che senso ha…?

Pubblicato: 26 aprile 2009 in poesie

Che senso ha…?

Cercare fino alla noia,

se poi non si trova nulla?

Se si scopre che il passato,

è meglio lasciarlo tale?

Se ci si accorge che le pagine scritte,

non hanno avuto senso,

ma solo incomprensioni,

non si possono neanche strappare,

ma solo cancellare,

anche se resterebbero comunque dentro di me,

che senso ha?

Solo quello di ricominciare,

senza pensare,

solo buttare,

il cuore,

oltre quell’ostacolo,

basta quello,

io posso anche restare di qua,

troppo pesante,

le gambe deboli,

non fa nulla,

l’importante è che il mio cuore,

continui la sua corsa,

e che mentre corre,

cerchi di assorbire tutto l’amore possibile,

e di donarlo,

senza mai sprecarlo,

come è già successo troppe volte…

Mostri…

Pubblicato: 24 aprile 2009 in poesie

Mostri…

Diversi da noi,

che ci guardano da dentro le gabbie,

o da un piedistallo,

o semplicemente diversi,

mentre passiamo,

non vedendoli,

ma avendone paura,

senza motivo,

se siano sacri oppure no,

o magari semplicemente da capire,

perché hanno molti morti sulla coscienza,

magari solo nella loro fantasia,

o nei nostri ricordi,

sbattuti sui giornali,

cosa che magari gli da anche piacere,

magari per riuscire a uscire dall’ombra,

magari per essere più famosi,

ma in ogni caso,

diversi da noi…

Il colore dell’anima…

Pubblicato: 23 aprile 2009 in poesie

Il colore dell’anima…

Che colore ha un specchio?

Mille e nessuno,

il tuo,

il mio,

quelle della luce,

del buio?

Il mare ha quello del cielo?

Non sempre,

a volte solo di una barca,

che perde petrolio,

macchiandolo,

se questi colori sono incerti,

come pretendo di conoscere quello dell’anima?

Che varia da secondo a secondo,

da persona a persona,

da stato d’animo a stato d’animo,

da brivido a brivido,

e non ci sono occhiali speciali,

o palle di vetro per capire,

che colore abbia la vita,

il sole,

o magari lo spazio,

tanto non lo capirò mai,

come non capirò mai,

quello di una lacrima…

In bilico…

Pubblicato: 22 aprile 2009 in poesie

In bilico…

Ho perso l’equilibrio,

strano,

sono della bilancia!

Comunque,

non so dove mettere i piedi,

dovunque li metto rischio di cadere,

spero solo di farlo dalla parte giusta,

ma qual è?

Quella che mi da sicurezza,

o quella che viene dal passato,

devo rischiare o ricominciare?

Capire o comprendere?

Restare nel nido,

o alzarmi in volo?

Verso lidi sconosciuti?

Non lo so,

ma per il momento cado,

il destino forse mi farà cadere in piedi…

Speranze…

Pubblicato: 21 aprile 2009 in poesie

Speranze…

Verso che cosa?

Un domani,

un ricordo,

che magari si cerca di recuperare,

nei modi più disparati,

disperati,

cercando il passato,

anche se fa male,

anche se si vorrebbe dimenticare,

si spera di ritrovarlo,

non poteva essere pessimo del tutto,

e poi se bisogna fare tutta questa fatica,

il risultato sarà fantastico,

ma non è così,

le speranze sono fatte per essere infrante,

per mandarci a fondo,

proprio quando stavamo per tornare a galla….

Ricominciare…

Pubblicato: 21 aprile 2009 in poesie

Ricominciare…

Se dovessimo ricominciare tutto da capo?

Intendo da zero,

senza tecnologia,

senza petrolio,

senza nulla,

quanto sopravviveremmo?

Un giorno?

Due?

Ottimisti…

Forse qualche ora,

chi riuscirebbe a farlo?

Forse solo i reietti,

quelli che non guardiamo nemmeno,

quelli che ignoriamo ogni giorno,

quelli di cui pensiamo di essere migliori…

Passioni…

Pubblicato: 20 aprile 2009 in poesie

Passioni…

Tutti noi che cosa siamo?

Per cosa saremo ricordati?

Per il nostro lavoro?

Non penso proprio,

per il colore dei capelli?

Macché,

sono le passioni che creano un uomo,

le cose che gli riescono meglio,

quelle per cui vive,

quelle che pensa per tutto il giorno,

e poi si gode appena può,

quelle che lo rendono vero,

realizzato,

quelle che lo fanno reagire anche con le spalle al muro,

quelle che danno un senso,

a questa breve permanenza…

Legami…

Pubblicato: 20 aprile 2009 in poesie

Legami…

Quante corde,

fatte di radici,

ci inchiodano qui,

pieni di domande,

con i piedi ben piantati nella nostra terra,

che non vorremmo lasciare mai,

anche se questa trema,

anche se ci cadono le case sopra,

dimenticando sempre,

che sono le case che non dovrebbero esserci,

dato che la terra è viva,

in continua modifica,

in contemporanea modifica,

e sono proprio queste modifiche,

che ci devono ricordare,

mostrare,

che forse i nostri legami,

non sono poi così forti…

Tracce…

Pubblicato: 17 aprile 2009 in poesie

Tracce…

Un odore,

dei rami rotti,

orme,

molte,

e anche se sono semicancellate dalla pioggia,

è tutto troppo facile,

più che tracce sembrano una trappola,

ma le seguo,

fino alla fine,

alla soluzione,

alla speranza,

per accorgermi che non è quello che cercavo,

la preda sbagliata,

tutte queste ricerche,

inutili,

solo per scoprire la più amara delle verità,

che cacciatore e preda,

sono la stessa persona….

Forza…

Pubblicato: 16 aprile 2009 in poesie

Forza…

Da cosa giudichi un uomo?

Dalle sue braccia,

dalla sua mente,

o dalla luce che emana?

Dalla sua capacità di risolvere le situazioni,

o di rimanere da solo,

magari sotto una strana luce,

sotto poca luce,

mentre gli fanno una foto,

in cui guarda l’infinito,

con chissà quali pensieri in testa,

gli occhi dietro agli occhiali da sole per nascondere la verità,

chi è l’uomo più forte del mondo?

Forse nessuno,

o forse tutti,

tutti dentro hanno una forza diversa dall’altro,

tutti sanno qualcosa di diverso da te,

quindi l’uomo più forte del mondo,

sei anche tu…

Poesie…

Pubblicato: 15 aprile 2009 in poesie

Poesie…

Per quale motivo,

ci si rifugia nella scrittura?

Perché si torna sempre qui,

a imbrattare fogli virtuali?

A guardare una cosa da mille punti di vista diversi,

dire mille parole per dirne una sola,

perché anche se sembra sempre diversa,

è sempre la stessa,

perché chiedersi di che colore è il mare?

Dato che si sa che è lo stesso del cielo,

non serve cercare quel termine unico,

che magari significa tutt’altro,

e finisce per squilibrare tutto il verso,

tutti i versi,

e vedere frammenti di lettere dove non dovrebbero esserci,

che si riflettono in se stesse,

sdoppiandosi,

creando qualcosa di nuovo,

ma uguale a prima,

visto sotto un’altra luce,

ancora,

come se la poesia si scrivesse da sola,

con le stesse lettere,

ma tutte quante mischiate…

Pagine…

Pubblicato: 13 aprile 2009 in poesie

Pagine…

Quante ne ho lette,

o scritte,

quante ce ne saranno ancora,

momenti,

scritti,

o realmente vissuti,

veri,

falsi,

immaginati,

quali pagine ci cambieranno la vita?

Magari non scritte da noi,

ma che ci faranno fare scelte,

ci metteranno davanti a opzioni opposte,

si,

no,

due piccole parole,

per una pagina così grande,

ma che a volte bastano,

per riempire molte enciclopedie…

Labirinti…

Pubblicato: 10 aprile 2009 in poesie

Labirinti…

Quante volte si guarda il cielo,

cercando del mistero,

ascoltando,

false voci,

vedendo,

false luci,

per accorgersi che del più grande mistero,

i custodi siamo noi,

per cercare di uscire dal labirinto della mente,

o di entrarci,

per andare a cercare il più grande mistero,

chi siamo veramente?

Cosa c’è dentro di noi?

Troveremo mai l’uscita dal labirinto?

O magari la scambieremo per l’entrata…

Distrazioni…

Pubblicato: 9 aprile 2009 in poesie

Distrazioni…

Mentre mi confondo,

vedo troppe cose che vanno a fondo,

che non capisco,

perché cambiano ogni secondo,

e mentre vanno giù lottano per non farsi capire,

invece di farsi aiutare,

perché non si accorgono di cadere,

distraendosi,

pensando che sia solo un periodo no,

continuando sulla propria strada,

non sapendo che tra poco si interromperà,

e che l’ennesimo bivio porterà solo a un vicolo ceco,

cercando di tornare indietro,

ma i cartelli sono sbagliati,

distraenti,

e li porteranno solamente,

verso l’ennesima illusione…

Febbre…

Pubblicato: 8 aprile 2009 in poesie

Febbre…

La temperatura che sale,

senza un buon motivo,

la testa che gira,

e non è nemmeno sabato sera…

allora cosa sarà?

Se sono qui fermo e seduto,

ma con la mente confusa,

non da un virus,

ma da voci lontane,

da sentimenti lontani,

forse più forti dei nostri,

perché sono sentimenti dati in fin di vita,

causati da una banale febbre,

ma senza anticorpi,

senza medicine,

e senza difese,

con un orologio sulla testa con poco tempo,

che uccide i secondi,

e non solo quelli,

facendosi una domanda,

che senso ha avuto questa breve vita?

perché sono stato per così poco qui?

Dov’è il dio tanto acclamato,

dov’è la sua gloria,

e la fede ceca di chi lo segue,

che nasconde la propria volontà dietro a quella di dio,

per imporre la propria volontà,

facendo credere,

che sia quella di dio…

Non lo so…

Pubblicato: 7 aprile 2009 in 1, poesie

Non lo so…

Non lo so perché sono ancora qui,

a sprecare lacrime e parole,

forze mentali,

e ricordi utili…solo a farmi male,

non lo so veramente,

ma so che una parte di me ne ha bisogno,

e che ti cerca in ogni volto,

continuamente,

inutilmente,

instancabilmente,

non ti troverò,

non so se è giusto o no,

ma rimarrò qui a cercare,

una cosa che non troverò mai….