Archivio per settembre, 2011

Conti…

Pubblicato: 30 settembre 2011 in poesie

Conti…

Oste non è colpa mia,

se sono astemio,

se tutto questo “ben di dio”,

questo suo “sangue”,

non fa per me,

mi fa sentire strano,

come un delirio di onnipotenza,

come Dio appunto,

lo so,

che tutti questi calcoli,

avrei dovuto farli con te,

parlandotene prima,

ma me ne sono accorto solo adesso,

di quale è la verità,

di quale è la situazione,

e non lo so se quello che ho messo sul banco basta,

anche se non ho preso nulla,

perché questo locale non fa per me,

perché questo mondo non fa per me,

e ti chiedo solamente,

di non farmi pagare un conto troppo salato…

L’ultimo suono…

Pubblicato: 28 settembre 2011 in poesie

L’ultimo suono…

Quale suono mi vuoi far ascoltare?

Il colore delle tue note?

Della voce lirica?

Che ha la potenza di un uragano,

ma con me è stata sempre leggera come una brezza,

come quella carezza della sera,

ma adesso,

è molto più bassa roca,

sembra il rumore della tua macchina,

che fugge da me,

come se la primavera fuggisse dall’inverno,

come se il suono fuggisse da un violino,

e cerca di nascondersi,

dentro a un pianoforte mistico …

Io…

Pubblicato: 27 settembre 2011 in poesie

Io…  

Cosa c’è di vero?
Probabilmente nulla,
solo un’altra delle mie maschere,
usa e getta,
solo un modo diverso per raccontare la verità,
un altro punto di vista,
un’altra domanda senza risposta,
un altro momento che non tornerà,
altri momenti regalati al tempo,
altra pioggia sul bagnato,
altri attimi che non mi appartengono più,
perchè la verità è caduta insieme alla mascera,
alla mia firma,
al tempo che è tornato,
dal suo leggittimo proprietario…

Incendi…

Pubblicato: 24 settembre 2011 in poesie

Incendi…

il fumo,

come un gigantesco dito,

legato al cielo,

indica,

in modo accusatorio,

il fuoco che si sta nutrendo,

che vorrebbe restare anonimo,

ma non è sempre possibile,

la sua bocca è troppo grande,

la sua memoria troppo breve,

troppo facile distruggere,

senza freni,

non preoccupandosi,

del senso di nostalgia che si avrà dopo,

dopo che rimarrà solo,

dopo che si sarà trasformato in terra bruciata,

dopo,

forse capirà,

che tu eri…ancora,

che l’unica cosa che lo teneva attaccato a questa vita eri tu,

e che ora che non sarai più….ancora,

riesce solo a consumarsi,

nell’attesa,

di diventare cenere…

battaglie perse…

Pubblicato: 15 settembre 2011 in poesie, video

parlami!

Pubblicato: 15 settembre 2011 in poesie, video

Fame!

Pubblicato: 13 settembre 2011 in poesie

 

Fame!

Cerco di stare qui,

non nascosto,

ma quasi,

cercando di non essere solo una vendetta,

un momento di rabbia,

di fame mal saziata,

e ormai lontana,

come una lingua straniera,

che si conosceva bene,

della quale si perde un vocabolo a giorno,

perché non serve più,

è solo un lento cadere di pezzi di ricordi,

che si frantumano,

come vetro fatto di ghiaccio,

che tra un po’ non sarà neanche più,

il ricordo di un ricordo…

nessun rimpianto…

Pubblicato: 12 settembre 2011 in video

come mai…

Pubblicato: 12 settembre 2011 in video

ricordando te…

Pubblicato: 12 settembre 2011 in video

Voglio ancora

Pubblicato: 12 settembre 2011 in video

Fuori!

Pubblicato: 7 settembre 2011 in poesie

Fuori!

Purtroppo non posso fare altro,

posso solo fare un salto ritmico alle spalle,

alle braccia,

riempire i polmoni fino al limite,

del dolore,

e buttare fuori l’aria come fosse un rifiuto,

mi tirano dietro,

la mia personale scatola del tempo,

molto rovinata,

infatti sta perdendo passato da tutte le parti,

avevo fatto bene in fondo,

a non fidarmi completamente,

almeno non sono troppo deluso,

è stato meglio non aspettarla,

la risposta a quella domanda,

in fondo la sapevo già,

è stato meglio essere sfrattato,

lo so che sono i miei stessi sogni gli ufficiali giudiziari,

e mi stanno portando via tutti i ricordi,

sia belli che brutti,

forse in fondo è meglio così,

è una buona occasione per ricominciare,

da capo,

sperando che questa volta,

i ricordi siano un po’ più puliti…

Se fosse che…

Pubblicato: 4 settembre 2011 in poesie

 

 

Se fosse che…

 

Ascolta,

la campanella della ricreazione,

ti riporta indietro,

nel tempo,

quando potevi ancora scegliere,

quando eri ancora prima del bivio,

quando la strada era una sola,

finché non hai incontrato,

quel cartello,

che ti diceva,

“indietro non si torna”,

quel cartello fatto di carne e di ossa,

di sofferenza,

di tempo perso,

di errori,

e mentre ti aspetto qui,

di fronte a un altro bivio,

che ti porterà verso di me,

insieme a mille dubbi,

ma anche insieme,

a una scatola di felicità,

che ho messo da parte per te…