Archivio per aprile, 2012

A braccio…

Pubblicato: 29 aprile 2012 in poesie
Tag:, , , , ,

A braccio…

La soluzione

Fa parte del problema

Forzatamente

 Senza chiedere il permesso

Ma facendo ciò che è

Risolvere

Le strategie?

Sono per i deboli

L’improvvisazione fa capire molte verità

Perché non è programmata

come il riflesso

Di me stesso

Che compare da uno specchio

Che non dovrebbe esserci

Ma forse è quello che sono da tempo

Un riflesso

Come quello della gamba

Colpita col martello

Sono un momento occasionale

Un morso

Dato a un panino “a portar via”

Portar via

Forse è solo quello che voglio

Quindi…portami via…

Annunci

Estate…

Pubblicato: 27 aprile 2012 in poesie
Tag:, , , ,

Estate…

Alla fine posso anche aspettare

Magari con elegante ritardo

Ma l’estate arriverà

Estasi

Forse è per questo che si dice così

L’ennesima

Quest’anno ha la sveglia guasta

Ma non ho fretta

In fondo a cosa serve la bella stagione?

Ad arroventare il coltello nella piaga?

A ripassare su ogni ferita?

In fondo d’inverno (Inferno?)

Posso calare il cappuccio sugli occhi

Sparire per un po’

Fornire dubbi

Come fossero caramelle

Ed io uno sconosciuto

Allora cambio marciapiede

Cercando di far cadere sguardi

Indagatori

Magari in una pozzanghera

Per farli cambiare

Magari non solo d’abito

D’estate dovrò scoprirmi

In ogni senso

Cambiando

E cambiandomi

Sperando che quest’anno

Non faccia troppo caldo….

Quattro…

Pubblicato: 22 aprile 2012 in poesie
Tag:

Quattro…

Il nord

La primavera

La pestilenza

Il primo quarto di luna

Fanno parte di altrettanti gruppi

Di altrettanti tempi

Ed io qui

Con il io personale gruppo di quattro

per

 camminare

Correre

Prendere

 suonare

arti

arte

per crearla

modificarla

“il braccio”

Al servizio della vastità della mente

Limitless

Ed io aspetterò tutte e quattro le stagioni

Per poter descriverti

Grazie alle mie quattro arti…

Sospinto…

Pubblicato: 22 aprile 2012 in poesie
Tag:, ,

Sospinto…

Non me ne importa nulla

Di dove

 Come

 o con chi sono

devo solo sapere

chi sono

e non esiste vento

uragano

che mi possa spostare da questa strada

E non mi basta la tv

Ogni tecnologia inventata su questo grosso sasso

O forse non mi (ci) servono

Se la base resta

Il denaro

E il vento di prima che fine ha fatto?

In cosa si è perso?

Trasformato?

Intrappolato?

Lontano?

…scelto…

Non lo so

Ma so che nonostante tutti gli ostacoli

E tutta questa terra che ci divide

Troverò sempre del mare

Sospinto dal vento

Che mi porterà da te

Agguati…

Pubblicato: 20 aprile 2012 in poesie
Tag:

Agguati…

Qui ci sono dei rami spezzati,

Il sentiero si fa più fitto

Le impronte sono chiare

Chiarissime

Profonde

Un rumore

Presto!

…silenzio…

Attesa

E lo vedo!

Anzi MI vedo

Mi sorprendo

A pensarti

Come se stessi facendo una cosa sbagliata,

Ma forse l’unica cosa sbagliata è questa caccia

Questi agguati

Per cercare poi cosa?

Se ho già tutto quello che voglio…

Si è vero…per ora solo nella mia mente

Ma esiste qualcosa di più infinito?

E tu…. la abiti ogni giorno

Ogni secondo

Prigioniera!

Ma sarà una prigionia

Che non ti stancherai mai di fare…

Promesse…

Pubblicato: 20 aprile 2012 in poesie
Tag:, , , , ,

Promesse…

Alla fine è più facile di quello che sembra

Basta aspettare

Il

Momento

Giusto

E poi spararla

“Un milione di posti di lavoro”

“Non ho visto lo scoglio”

“Non ti lascerò mai”

Piazzate da maestro

Basta avere senso scenico

Tempo comico

Basta capire

Confondere

Avvolgere con le parole

Come muscoli e vene sono avvolti alle ossa

Facendole muovere

Come le promesse muovono le persone

Verso…cosa?

Speranze

Solo quelle

False?

Vere?

Alla fine non lo sa nemmeno chi promette

Nella vita può succedere di tutto

Sia di non poter mantenere

Che di essere obbligati a farlo

E allora fai una cosa

Evita

Tanto è inutile

Evita

Tanto è fragile

È solo una parola

Che farà piangere

Disperare

A volte

In entrambi i casi

Allora fai un’altra cosa

Deludimi

È meglio così

Grazie…


Come quando fuori piove…

La mia faccia da poker non è più quella di un tempo

Ma in fondo sono sempre stato un giocatore scarso

Troppo avventato

Avvelenato dai quattro semi

Seduto al tavolo

O sul ring?

C’è poi tutta questa differenza?

E poi l’accappatoio fa molto Rocky Balboa

In fondo piove

Anche se fuori

Sono giustificato

E sono seduto qui

Cercando di capire

Il come

Il quando

Il fuori

Per il “piove” sono anche troppo esperto

Lo so

Dal mio viso traspare troppa verità

E pioggia

Ma fare “All In” mi piace

“tutto il mio resto”

“tutto ciò che ho”

In fondo cosa ho da perdere?

A parte la memoria intendo

Mi alzo

Questo gioco non fa per me

Troppe bugie

Troppe piogge

Troppi fuori

Forse falli

Forse folli

Cambio le carte in tavola

Magari apparecchio

Mangio alla carta

E cerco di capire

Che sapore ha la vita…