Archivio per ottobre, 2013

Un morso al tempo…

Pubblicato: 29 ottobre 2013 in poesie
Tag:

 

Un morso al tempo…

 

Lo so che sembra impossibile

Ma io me lo ricordo

Anche se cambia ogni volta

Dato che i ricordi sono molto fragili

Basta ricordarli per modificarli

Purtroppo non sono come file immutabili

In fondo non sono solo audio e video

Ma anche gusto tatto e soprattutto olfatto

Ma anche di fatica, di dolore, di gioia

Lo so che il passato è solo un morso del tempo

Un morso molto forte

Ma sempre un morso

Il ricordo mi distrae

Cambia mentre lo vedo (lo sento, lo annuso, lo gusto, lo tocco, lo soffro)

Io ero solo spettatore

Ha deciso il tempo per tutti

Mi rimangono solo immagini e suoni distorti

Che peraltro

Non sono sicuro di aver vissuto…

Annunci

Odnedac…

Pubblicato: 22 ottobre 2013 in poesie

Odnedac…

I miei occhi seguono il dito del saggio

Ma non c’è la luna ad aspettarmi

Ma nuvole

Che sembrano un infinito materasso

Aspettano solo me

E allora “cado”

Verso di loro

Fino ad arrivare

Al cancello dei cancelli

Al simbolo dei simboli

…Ciao Pietro…

Si perché ogni porta è un simbolo

“tu non puoi entrare”

Ma un esperto in pochi minuti può aprire ogni porta

Apro tutte le porte che trovo

Mentre cado NEL cielo

Cosa cerco?

Non lo so

Ma il suo nome somiglia alla sera

A quel momento in cui le porte si chiudono

In cui i simboli diventano importanti

…allora aspetto il tuo nome…

Che mi culla, insieme alla tua voce

Mentre cado sbeffeggiando la forza di gravità

Ma non ha più senso verso dove cado

Ha senso solo lo scorrere del tempo

Ed io sto scorrendo verso di te

Come un fiume in piena

Fino al momento in cui

Il tempo di cui sei fatta

Raddrizzerà anche il mio mondo

E mi svelerà tutti i suoi simboli…

Check point…

Pubblicato: 16 ottobre 2013 in poesie

Check point…

Ogni passo mi rende più stanco

E più forte

Allora affronto la discesa in folle

Come un folle

Vedo una boa in lontananza

Anche se sono sulla terra

Il cielo ruggisce

E mi regala un po’ di mare

La boa assume senso

Freni ed acceleratore hanno una cosa in comune

Non funzionano

Non so se riesco a girare

Con tutta questa velocità

Anche se cado sarò più forte

“quello che non uccide fortifica”

Eviterei di fare la prova possibilmente

La curva ad U è improponibile

Allora salto

Come se fosse l’unico motivo

Che mi ha portato qui

Salto

Saluto il passato

Continuo

Dritto

Dopo l’atterraggio

Avendo evitato le ginocchia sbucciate

Festeggio da solo

Dato che ormai

Non posso tornare indietro

E la boa è diventata un checkpoint…

Chiedilo al tempo…

Pubblicato: 11 ottobre 2013 in poesie
Tag:

 

 

Chiedilo al tempo…

 

 

Alla fine la strada è la cosa più democratica

A volte palcoscenico

A volte non la vediamo nemmeno

Alla fine puoi fare gran parte di quello che vuoi

Raramente ti fermeranno

Magari gli altri utenti

Magari il pubblico

A volte potresti voler fare il voyeur

Ti basta guardare nel buco di uno spartitraffico

E vedere come cambia colore

Quando ci passa dietro una macchina

Il tempo cambia e decido di far piangere il mio braccio

Magari solo un po’

In fondo ha bisogno di sfogarsi anche lui…

…che ne sa molto più di me e di te

Di noi  intendo

Non lo so cosa è rimasto

Chiedilo al tempo

Ma non a quello di cui sopra

Intendo il Tempo

Chiedigli come ti guardavo

Come ti sognavo

Tu non mi crederesti

Io non lo racconterei bene

E non ricordo tutto

Non ricordo ogni sensazione o respiro

So solo che oggi sono qui

in questo palcoscenico d’asfalto

mentre sfido il tempo

a cui non più niente di epico da raccontare

ma solo da farmi ricordare…

Fughe ferite…

Pubblicato: 3 ottobre 2013 in poesie

Fughe ferite…

Alle fine non chiedo altro

Se non le mie ferite

Per cui ho sempre

pianto

Pianto

Tutto quanto

Per fare in modo che non mi segua

Lascio che le sue radici invadano tutto

Acqua, aria e fuoco compresi

Pianto e dimentico

Faccio a fondo entrambe le cose

In modo che anche se dovessi tornare

Non sarei tentato di restare

Perché non fa più parte di me

Ma per sicurezza

Vedrete solo le mie spalle

Ed ancora per poco

Le mie ferite saranno solo per me

Private

Private

Al mondo

 All’universo

Per andare verso

Di me

L’unica cosa sensata

Fuggire dentro di me

Da tutto e con tutto quello che ho

L’unica cosa sensata

È fuggire

Restando

Qui