Archivio per la categoria ‘poesie’

Applausi

Pubblicato: 25 maggio 2017 in poesie

 

Applausi…

Sinceramente non me lo aspettavo in questa stagione,

tutto questo fragore

questa riconoscenza che viene dal cielo

in fondo non ho fatto nulla di che

ma il rumore di questa pioggia mi imbarazza

non penso di meritarlo

in fondo non ho cantato o ballato

ma ho solo guardato

sono rimasto indifferente come molti altri

…come tutti…

Forse, anzi sicuramente

Perché non conosciamo tutta la verità

Ma quel poco di verità che conosciamo

Dovrebbe farci alzare

Certo gli attentati non sono colpa nostra in modo diretto

È un modo meschino per reagire alla nostra guerra “ultratecnologica”

“questo ucciderà solo i terroristi”

Quindi le scuole e gli ospedali ne sono pieni…

Non voglio giustificare l’orrore

…ma vedere un bambino di 7 anni usato come bomba insospettabile…

“mi ha mandato mio zio”

Ma dove siamo arrivati?

Da entrambe le parti…

quanto bisogna essere esasperati per farlo?

Secondo me dobbiamo tutti controllarci il D.N.A.

Perché non siamo più umani

E il rumore della pioggia non sono applausi,

ma le percosse che meriteremmo…

 

Annunci

Castelli di rabbia…

Pubblicato: 18 maggio 2017 in poesie
Tag:

Castelli di rabbia….

Lo ammetto, il titolo non è il massimo dell’originalità

Ma quello con cui sto costruendo non è cemento

Assolutamente non può essere sabbia

O magari carte da gioco,

forse carte documentali

ma non ne sono sicuro

ormai non sono più sicuro di nulla

sicuramente mastico rabbia

e a forza di masticarla da qualche parte deve finire…

non so quale potrebbe essere il prodotto finale

ma non penso migliorerà

eppure non sono mai stato iracondo

ma queste mura che sto costruendo dicono il contrario

e non penso che con un ariete di rabbia si riuscirebbe a entrare

forse con qualcosa fatto di calma

il problema è che sono rimasto fuori anche io

e la password è fatta di parole che ho dimenticato…

Tsunami “gatling”.

Pubblicato: 11 ottobre 2016 in poesie

 

Tsunami “gatling”.

 

 

Generalmente di tsunami se ne forma uno alla volta

Di solito non si riesce a capire dove e quando avviene

Per poterne magari utilizzare l’immensa potenza

Ma poi,

mi siedo sopra il vecchio faro della mia anima

e ti vedo

ti vedo mille volte

mentre fai inseguire il mare, dal mare

come una mitragliatrice di tsunami

come uno tsunami gatling

vedo gli scogli ormai stanchi da tutta questa forza

vedo un’energia che può mandare avanti l’universo

per sempre

più di Dio

più delle stelle

vorrei avere anche io un po’ di questa forza

di questa serie di tsunami

che creano il mondo

invece di distruggerlo…

La riserva del tempo…

Pubblicato: 9 settembre 2016 in poesie

 

La riserva del tempo…

 

 

…In fondo cosa chiedo?

Un po’ di clemenza dal tempo

Non chiedo giorni belli

Solo diversi

Magari normali

Non tutti

Sarebbe bello guardare indietro

E vedere sfumature di colori

E non solo e sempre lo stesso

…Sarebbe…

Giusto?

Non lo so

Il concetto di giusto è sbagliato

È solo un’utopia nella mente

di ormai due idealisti

E non faccio parte di questa cerchia

Questo concetto è più calpestato della Terra

Da tutti

e allora chiedo al Tempo

una cosa che in ogni caso non si avvererà

un giustizia temporale

un equilibrio fatto di secondi

di cui non sarà mai pieno

il piatto della mia bilancia…

Renacimiento…

Pubblicato: 7 ottobre 2015 in poesie

 

 

Renacimiento…

 

La vita ci ha provato in tutti i modi

Ma non è riuscita a buttarti giù

Ogni giorno

Ogni secondo

Ogni attimo

Ha provato a farti piangere

A distruggerti

A scrivere la parola fine

Per un po’ hai ceduto

Hai toccato il pavimento

Con la parte sbagliata del corpo

Con le lacrime

Ma adesso hai ritrovato la tua forza

In ogni giorno

In ogni gesto

Sia mio che tuo

Non pensavo fosse possibile

Mi hai stupito ancora una volta

Forse io sono bravo a osservare

ma non lo so se sono forte o meno

o se lo ero prima

ma insieme a te

mi sento come Ercole…

tsunami d’anima

Pubblicato: 21 agosto 2015 in poesie

Tsunami d’anima

 

Oramai è come camminare di spalle

molto dopo il tramonto

devo affrontare uno tsunami con un ombrellino

cerco di nuotare come se non ci fosse

più una realtà

ma non serve

il nero mi avvolge

non riesco a galleggiare

respiro

ma con molta fatica

il mio corpo cerca di ricordare

come respirava nella placenta

ma i polmoni non capiscono

come quando cerco di capire l’universo

forse è per questo che sto fermo da molto tempo

perché non trovo l’incrocio giusto

la strada giusta

la macchina giusta

la benzina giusta

l’ossigeno giusto

o le domande giuste

anche oggi sto sempre nello stesso luogo di tempo fa

ma dentro di me

c’è uno tsunami d’anima…

Conformismo…

Pubblicato: 9 giugno 2015 in poesie

 

Conformismo…

 

Sembra incredibile

Ma finalmente posso appoggiarmi

La giornata è stata lunga

Calda

Ho bevuto meno acqua del dovuto

Un giorno come tanti

Di merda

Ma come tanti

Fare del mio meglio

Serve a poco

Cerco di non venire trascinato da questo mare

Ma di venirne cullato

Sarebbe bello sfruttare il male per far del bene

Ma ormai è compromesso

Guasto

Bucato

Ma ci provo lo stesso

Sbaglio

Ci indovino

Ma ci provo

Sputo sangue

Torno a casa

Vado via ancora

Ma non riesco ancora a farmi cullare

Allora aspetto te

Rara come un arcobaleno notturno

Nel bene e nel male

(se ti guasti è difficile trovare i pezzi)

Ma posso dire di avere quello che volevo

Che insieme possiamo essere unici

In questo mondo conformista

La mosca bianca

Meglio la pecora nera

Ma preferisco essere brutto insieme a te

Che essere uguali a tutti quanti…