Posts contrassegnato dai tag ‘che’

La nostra voce diversa…

Pubblicato: 20 agosto 2013 in poesie
Tag:, , ,

La nostra voce diversa

Alla fine le parole

Anche se non sembra

Hanno sempre un fine

A questo punto

devi solo giustificare il mezzo

che ci vuole?

Basta capire

Basta capirci

Ma la voce che senti quando parli

È quella vera?

Quella che sentono gli altri?

Registrati e vedrai che non è così…

…allora forse è così anche per noi stessi

Siamo diversi da come crediamo

E gli altri ci capiscono meglio di noi

Ci “sentono” meglio di noi…

Sarebbe bello venirne a capo

Almeno del prossimo verso

Magari basta andare a capo

Per capire…

Ma solo se leggi

Se sei tu a scrivere non capirai mai…

Vento fragile…

Pubblicato: 9 agosto 2013 in poesie
Tag:, ,

Vento fragile…

Fuori c’è vento

Ma un vento fragile

Un vento che è caduto

E non capisce il perché

Rotola

Si sporca

Si mischia

Al resto del mondo

Agli altri elementi

Lo guardo

Senza credere

Senza dover correre fuori

Urlando

Alcun nome

Anche se vorrei urlare il tuo

Ora potrei farlo

Il vento non lo porterebbe via

Quel nome rimarrebbe lì

Al suo posto

Granitico come te

Quel nome breve, corto

Ma che mi da un piacere immenso

Che mi regala verità

Ed ora voglio regalarne un po’ a te

Anche se la mia verità la conosci già

Ma ora anche se non la scrivo resterà

Qui, senza essere portato via

Ti voglio dire la verità

Il vento l’ho rotto io…

Subconscio…

Pubblicato: 13 maggio 2013 in poesie
Tag:, , , , , , , ,

Subconscio…

Evidentemente il mio subconscio

 la sa molto più lunga di me

forse è per questo che sei tornata stanotte

non saprai mai chi sei

anche se lo sai già

ormai ci sono troppe vite tra noi

“Non importa più se sia

Stata colpa tua o mia”

Tanto ormai è tutto incastrato nel passato

Ed in modo disordinato

Un modo che conoscendoti

Ti farebbe infuriare

Ma sono fatto così

I vostri tentativi di cambiarmi

Sono sempre stati inutili

Pigro

Disordinato

Sono così lo sai

Lo sapete

Forse mi volete bene per questo

Nonostante questo

Non lo so

So che sono confuso

Lontano

Da me

Ed è il mio subconscio

Che mi mostra la distanza

Misurandola in modo maniacale

E mostrandomi quanto siamo lontani…


Perché venti anni dopo…ovvero passa il tempo ma le domande restano

Alla fine abbiamo fatto decidere al tempo

Forse per pigrizia

indifferenza

comunque siamo ancora nello stesso luogo

nello stesso sporco

ormai il tempo delle domande è finito

sarebbe inutile ripeterle

se in vent’anni nessuno si è degnato di rispondere

ci sarà pure un motivo

e purtroppo non sono adatto per dare risposte

allora resta lì

a far parte dell’ingranaggio

pensa

anzi

illuditi

di essere libero

anche se queste domande non sembrano fatte per te

non chiederti cosa hai fatto per rispondere

ma cosa hai fatto per cancellarle

di tempo ne hai avuto

ma hai deciso di lasciar fare al tempo

sperando che qualcosa cambiasse

in effetti il mondo è cambiato

e la lista dei perché ora è diventata infinita

allora prepara le dita

ma non per cancellare

ma per strappare la carta…

Parole veloci…

Pubblicato: 11 marzo 2013 in poesie
Tag:, , ,

Parole veloci…

Mille cavalli non sono sufficienti

Le gomme possono urlare quanto vogliono

Non basta donare al vento i miei problemi

Per alleggerirmi ed appesantire il mondo

Se le parole fuggono così velocemente

Non riesco nemmeno a immaginare

Di raggiungerle

Allora cerco di specchiarmi

Anche se il retrovisore serve ad altro

Ma non mi capisce

Quindi non mi capisco

Ma forse capisco

Perché le parole sono fuggite da me

Perché non ascolto più

Ma vedo solamente

Passo sopra a troppi volti

Senza ascoltare voci

E questo mi ha reso egoista

Mi ha reso perso

Ma non mi ha reso nulla

È inutile schiacciare il pedale

Ma bisogna fermarsi

Ad ascoltare

Ed aspettare

Che le parole tornino da me

Mentre ascolto il vento

E le tue parole…

Lucida follia…

Pubblicato: 3 marzo 2013 in poesie
Tag:, , , , ,

Lucida follia…

Devo dire che ho fatto un buon  lavoro

La mia follia è lucidissima

Sembra appena ritirata dal carrozziere

Chi ha bisogno di una coscienza pulita

Se ha una follia così?

La coscienza è così sporchevole

Allora esco fuori

Anche se ero già fuori

Devo mostrare a tutti il mio lavoro

C’è chi lo apprezza

Chi lo disprezza

Chi semplicemente non capisce

 da che parte stare

compresa la sua

indecisi

se darmi un anello di diamanti

o quello della spoletta di una granata

perfino il sole è indeciso

ad altre latitudini

splende anche a notte fonda

io folle?

Come il cambio di una macchina?

È tutta una questione di altezza

dalla quale guardi il mondo

Dalla quale ascolti il mondo

Dalla quale scopri il mondo

E allora sali qui con me

E preparati a lucidare la tua follia…

Dagli appennini al tuo cuore…

Pubblicato: 1 febbraio 2013 in poesie
Tag:, , , ,

Dagli appennini al tuo cuore…

Oggi sono pioggia

Voglio fare le cose per bene

Voglio partire da qui

E fare tutto il ciclo

Pioggia,mare,vapore,fiume,acqua

Acqua per te

Per dissetarti

Per riempire il tuo 70% di me

Voglio proteggerti

Da dentro

I tuoi anticorpi

Le tue guardie del corpo

Nulla dovrà toccarti

Nel tuo respiro ci sarà solo purezza

Affronterò

Ogni giorno

Fatto di problemi

Regolandoli

Regalandoti

Sicurezza

Vita

Amore

Dissetati con me!

Immagina

Che il tuo sangue

Sia fatto di me

C’è molto di me

Di quell’acqua

Di quella pioggia partita dalle montagne

Per arrivare dritta nel tuo cuore…