Posts contrassegnato dai tag ‘dell’

Il motore dell’universo…

Pubblicato: 31 gennaio 2014 in poesie
Tag:

 

Il motore dell’universo…

 

Funzionerà?

Non ne ho idea

Ma ci proverò

Ogni secondo

Ogni secolo

Sembra reggere in fondo

Le nostre maniche sono rimboccate da tempo

Non guardarmi così

Non mi limito a dirigere i lavori

Ma poso i mattoni di persona

Si lo so

Il mio cemento è invisibile

Ma è il più forte dell’universo

È la base dell’universo

Da Giove fino a Busto Arsizio

Non è acqua

Ossigeno

Non si tratta nemmeno di istinto

Ma di quello che c’è tra noi

Tra il mondo e il mondo

Io uso tutto quello che conosco

Che posso

Che vivo

Per far si che accada

Ascolto

Ogni goccia cadere

Vedo

Ogni raggio del sole

Sento

Ogni soffio di vento

Tocco

Ogni sasso fatto di terra

Per ascoltare la loro storia

Per raccontarla a te

E per proteggerti da loro se esagerano

Ecco perché sto costruendo tutto questo

Per proteggere te

E la cosa che manda avanti l’universo…

 

Annunci

Perché venti anni dopo…ovvero passa il tempo ma le domande restano

Alla fine abbiamo fatto decidere al tempo

Forse per pigrizia

indifferenza

comunque siamo ancora nello stesso luogo

nello stesso sporco

ormai il tempo delle domande è finito

sarebbe inutile ripeterle

se in vent’anni nessuno si è degnato di rispondere

ci sarà pure un motivo

e purtroppo non sono adatto per dare risposte

allora resta lì

a far parte dell’ingranaggio

pensa

anzi

illuditi

di essere libero

anche se queste domande non sembrano fatte per te

non chiederti cosa hai fatto per rispondere

ma cosa hai fatto per cancellarle

di tempo ne hai avuto

ma hai deciso di lasciar fare al tempo

sperando che qualcosa cambiasse

in effetti il mondo è cambiato

e la lista dei perché ora è diventata infinita

allora prepara le dita

ma non per cancellare

ma per strappare la carta…

Sopravvivenza…

Pubblicato: 25 febbraio 2013 in poesie
Tag:, , , , ,

Sopravvivenza…

Come puoi uccidere un ricordo

Se non riesci a uccidere nemmeno un pensiero?

Con quelle mani pregne di emozioni

Deboli

Rese forti da quei guanti fatti di sospiri

Non respiri

Perché vuoi dell’altro tempo

Le mani continuano ad essere protette

Da quell’aria che le protegge e imprigiona

E non vuoi togliergli quelle manette

Respirando

Il gatto può mordersi la coda quanto vuole

Tanto ne ha nove

Ed ogni scudisciata è quasi un sollievo

Ma non respirerai

Terrai per te quelle molecole

Azoto ossigeno e altri spicci

Ma anche quegli spicci sono fondamentali

Per attivare i polmoni

Allora cosa terrai per te?

Non lo puoi decidere

Devi tenere tutto

Sia piacere che dolore

Anche se c’è più dolore

Non puoi farne a meno

Devi bere e mangiare ogni sapore

Perché ne va della tua sopravvivenza

Anche se l’unico modo per uccidere un ricordo

È ucciderli tutti …

Nella mia memoria…

Pubblicato: 21 novembre 2012 in poesie
Tag:, , , , ,

 

Nella mia memoria…

Ne sono quasi sicuro

secondo me lo fa apposta la memoria

“quella ha una faccia conosciuta”

mai vista prima in realtà

ma la memoria ci regala pensieri affini a noi

ci fornisce bugie consapevoli

apre il rubinetto dell’adrenalina

con il contagocce

per farci rimanere nel dubbio

con un po’ di coraggio

per restare esattamente in quella zona

sul punto di buttarti

ma ti lascia lì

senza ulteriori spinte

lasciandoci nelle nostre mani

sul bordo

do’ un’occhiata sul fondo

e ti vedo

la mia paura svanisce

mi lancio

supero ogni record

ogni epoca

e sono da te

mi perdo in quegli oceani

che ti ostini a chiamare occhi

parlo

non so cosa dico

ma non importa

dimentico la timidezza

come se non la avessi mai avuta

ascolto le tue parole

come se fossero le uniche ad avere senso nel mondo

e probabilmente è così

ed ora fai parte anche tu

della

mia

memoria…

Confessioni…

Pubblicato: 16 luglio 2012 in poesie
Tag:, , ,

Confessioni…

Lo confesso

mai stato me stesso

essere “Gianni” non basta

per questa terra vasta

questa confessione è troppo pesante

anche per le spalle del santo padre

e allora la affido a questo foglio

come l’eredità a un figlio

fuggirò, questa colpa è troppo grande

le forze dell’ordine avranno molte domande

annullarsi è un crimine immenso

ma questo tempo è troppo denso

e non riesco

..casco..

Affondo

Profondo

E allora cambio

Senza ascoltare nessun proverbio

Ma solo la mia mente

Ma senza capire niente

Per il semplice fatto che ho cambiato tutto

E per la mia vera identità c’è solo il lutto…

Riflesso nel tempo…

Pubblicato: 13 giugno 2012 in poesie
Tag:, , , ,

Riflesso nel tempo…

Aggiorno il calendario

Mentre mi sento “un cacciatore di giorni”

Ma  io sono solo l’esecutore

Solo quello che preme il grilletto,

Che spinge il pistone della siringa,

Che abbassa la mannaia,

Su cui a mia volta sarà abbassata,

Appena avrò svolto il mio compito

Sostituibile

Lontano

Vicino

Dentro

Che differenza fa?

Un altro luogo

Un altro tempo

Tanto con me ci sono sempre e solo io

Anche prima

E anche dopo

Troppi specchi

Troppo fragili

Troppo sinceri

E noi che non lo siamo mai

Non riusciamo a confrontarci con il mandante

Dell’uccisione dei giorni

Ma solo a non voler vedere il riflesso

A non voler veder la realtà

Di cui è diventato proprietario…

Scialuppe…

Pubblicato: 4 maggio 2012 in poesie
Tag:, , ,

Scialuppe…

Come fai a dire che l’aria non pesa?

Dopo quel sospiro

Ora che i tuoi polmoni

Sono fatti di granito

Affondano

Anche se li credevi inaffondabili

Come il Titanic

Affondano

Come il Titanic

E portano con se il cuore

Verso un limite fisico

Mentale

Mentale non esiste

Ma male si

E quel martello

Pesante

Bisogna solo capire chi è più pesante dell’altro

Chi trascina chi

Se il Titanic

O la scialuppa di salvataggio

Ma se la scialuppa può fare la stessa strada della nave

In teoria

A cosa serve la nave?

Per stare comodi

Ma se questo stare comodi

Deve essere così precario

Datemi solo la piccola sicurezza

Di quella scialuppa…