Posts contrassegnato dai tag ‘strada’

Un altro tramonto…

Pubblicato: 12 luglio 2013 in poesie
Tag:, , , , ,

 

 

Un altro tramonto…

 

Il tramonto raschia dall’asfalto le ultime macchine

E la mia recita la sua parte

Ne bene, ne male

Ma non dipende dal contenitore

Ma dal conducente

E guido questa vita

come un vecchio stanco

con ogni capello bianco

strada e vita convergono

ed io non mi vergogno

di  ammettere ciò che sono

oggi la mia strada è fatta di occhi nuovi

di nuvole respirate

di ali sfiorate

affronto

tutto col sorriso

anche se non sembra

anche se serro le labbra

sotto splende il mio sorriso

che vorrebbe ancora un tuo sorso

non ho detto “morso”

ma forse era meglio dire “lontano”

forse era meglio essere sincero

adesso

con questa storia senza nesso

cerco di essere lo stesso

che ha cominciato

a scrivere questo commiato…

Mulini…

Pubblicato: 26 giugno 2012 in poesie
Tag:, , , , ,

Mulini…

Assecondo

Questo vento

Come un giunco

Come un urlo

Che viene trascinato

Strappato

Deviato

“In mezzo alle urla del mondo”

E se ogni urla fosse un vento?

Che cerca di deviarci dalla nostra strada?

Allora corro alla finestra

Mi sporgo

Apro la bocca

Ma non esce nessun suono

Riprovo

Silenzio

Perché?

Per non sprecare voce?

Per non influenzare?

Per non aggiungere vento a vento?

No

Vorrei solo che i mulini imparino a decidere

A conoscere

A capire lo scirocco

A non farsi tradire dalla bora

Allora rimango ad ascoltare il mio silenzio

Sperando che anche i mulini vogliano farlo…

Scialuppe…

Pubblicato: 4 maggio 2012 in poesie
Tag:, , ,

Scialuppe…

Come fai a dire che l’aria non pesa?

Dopo quel sospiro

Ora che i tuoi polmoni

Sono fatti di granito

Affondano

Anche se li credevi inaffondabili

Come il Titanic

Affondano

Come il Titanic

E portano con se il cuore

Verso un limite fisico

Mentale

Mentale non esiste

Ma male si

E quel martello

Pesante

Bisogna solo capire chi è più pesante dell’altro

Chi trascina chi

Se il Titanic

O la scialuppa di salvataggio

Ma se la scialuppa può fare la stessa strada della nave

In teoria

A cosa serve la nave?

Per stare comodi

Ma se questo stare comodi

Deve essere così precario

Datemi solo la piccola sicurezza

Di quella scialuppa…


Dopo molta strada…

Si, lo ammetto

Non è stato facile arrivare qui

Giorno per giorno

E il risultato è giorni al quadrato

Mesi

Anni

Secoli&secondi

Si fronteggiano

Uno per farsi vivere

Uno per aspettarmi

Aspettarti

È stato come…

Fare molte maratone

Senza fermarsi mai

Senza respirare

Senza sapere cos’è il respiro

Una pausa

Soste

Sarebbe stato bello riposarsi

Ma ogni sacrificio nasconde un premio

Un senso

Ogni strada offre un rifugio

Fatti di rovi?

Di cemento?

Non lo so

Forse in questo caso

è fatto solo di neuroni

ma ogni metafora che si rispetti

vuole il suo prezzo pagato in realtà

adesso è di questo che ho bisogno!

Basta metafore o similitudini!

Ho bisogno della tua realtà

Del tuo sguardo…

…della tua approvazione

Benevolenza

L’unica cosa che mi serve per continuare il viaggio

E per non finirlo mai…